Fondo per l'edilizia abitativa - Regione Sardegna

​Destinatari:

Persone fisiche e giovani coppie. Per giovani coppie si intendono coloro i quali abbiano contratto matrimonio non oltre i tre anni antecedenti la data della domanda di agevolazione presentata alla Regione, ovvero intendano contrarre matrimonio entro un anno dalla stessa data. 
Requisiti:
Le persone fisiche devono: 
- disporre a titolo esclusivo della proprietà dell’area (se si tratta di interventi di costruzione) o dell’alloggio (negli interventi di recupero); 
- grazie all’intervento autorizzato, acquisire la proprietà dell’alloggio (per gli interventi di acquisto e acquisto con recupero). 
Le "giovani coppie" non ancora coniugate devono contrarre matrimonio entro un anno dalla data di presentazione della domanda alla Regione. 
Sono richiesti, inoltre, i seguenti requisiti: 
a) reddito familiare annuo non superiore a € 43.466,00. Dal requisito del reddito si prescinde per gli emigrati all’estero e per gli interventi di recupero e acquisto con recupero situati in zona classificata "A"; 
b) cittadinanza europea o di stato extracomunitario purché in regola con le disposizioni in materia di immigrazione e soggiorno; 
c) aver dimorato in Sardegna, con residenza anagrafica, continuativamente da oltre un quinquennio. Ai fini del calcolo del quinquennio, concorrono i periodi di residenza all’estero o in altre Regioni d’Italia in qualità di emigrati; 
d) residenza o attività lavorativa in un Comune della Provincia in cui ha luogo l’intervento. Il requisito non è richiesto per i lavoratori emigrati che intendono ristabilire la propria residenza in Sardegna; 
e) non titolarità di diritti di proprietà, usufrutto, uso o abitazione su alloggio adeguato nel territorio della Sardegna nei tre anni precedenti la data di presentazione della domanda alla Regione. Si prescinde dal requisito per gli emigrati che intendono recuperare o, acquistare e recuperare, nei piccoli comuni, qualora titolari, essi stessi o i membri del proprio nucleo familiare, di diritto di proprietà, di usufrutto, di uso o abitazione di non più di un altro alloggio, purché situato in comune diverso. 
f) non aver già beneficiato di agevolazioni pubbliche, in qualunque forma concesse, per l’acquisto, la costruzione o il recupero di abitazioni. Negli interventi di recupero secondario, il requisito si considera sussistente anche se l’interessato ha fruito per lo stesso alloggio di contributo per il recupero primario relativo al recupero della funzionalità e sicurezza dell'edificio nelle parti comuni. 

ACQUISTO- Sono ammissibili a finanziamento agevolato solamente gli interventi i quali, alla data di inoltro della domanda di mutuo alla 
Regione, non sono ancora pervenuti alla stipula dell’atto pubblico di acquisto. 
L’alloggio non deve avere caratteristiche di lusso, né essere accatastato nelle categorie A1, A8 e A9. 
Il finanziamento agevolato può essere concesso per un ammontare massimo pari all’80% dell’importo indicato nel contratto di compravendita.